Calabria da scoprire

Questa settimana ospito nel mio Blog un caro amico, oltre che una persona intelligente e attiva, che come me (anzi di più) ama la Calabria e che quest’oggi ce ne racconta un pezzettino…

Raggiungere la Calabria non è semplicissimo ma “la fortuna aiuta gli audaci”: è proprio il caso di dirlo perché appena si è in questo luogo ci si accorge di quanto sia bella e varia questa regione.

Quanti arrivano da nord incontrano da prima la provincia di Cosenza, che offre subito due scelte antitetiche: la montagna della Sila ed il mare più azzurro e limpido sullo Jonio.

Mar Jonio_Calabria

Sebbene siano così lontani questi paesaggi, distano poco l’uno dall’altro: in un’ora passi dalle acque del Mar Jonio – che bagnano a nord il Castello di Roseto Capospulico e gli scavi archeologici di Sibari – e a sud l’imponente Castello Ducale di Corigliano Calabro e la fabbrica della nota Liquirizia Amarelli di Rossano (dove è poi presente il più grande parco acquatico del meridione, l’Acquapark Odissea 2000), fino alle montagne della Sila con Lorica e Camigliatello, a farla da padrone con i loro laghi, pini verdi e natura veramente incontaminata.

Funghi_Calabria

Procedendo più a sud, ci ritroviamo nella provincia di Crotone, la città che nel 570 a.C. ospitò Pitagora e che oggi conserva i ricordi di quel tempo a Capo Colonna, appena di fronte ad una riserva marina preda ormai da anni di quanti amano immergersi e visitare fondali unici nel mediterraneo.

In questa provincia c’è poi Le Castella: un antico maniero completamente circondato dal mare.

Le Castella_Calabria

Subito dopo si entra più ad est, nel catanzarese, dove spicca Soverato e, più in generale, la famosa “Costa degli Aranci” che da Copanello a Badolato offre spiagge e coste stupende, ideali per chi ama vacanze fatte di mare azzurro e sole caldo; più ad ovest, invece, nella provincia di Vibo Valentia, emerge nella sua più assoluta bellezza Tropea.

Tropea_Calabria

Si arriva, così, nel profondo sud della Calabria, nella provincia di Reggio Calabria.

Qui non si possono mancare tappe fondamentali: a Pizzo per il famosissimo tartufo, nella Locride, per visitare gli scavi archeologici delle più famose ville romane, a Scilla, con le sue strade che finiscono letteralmente in mare, e infine a Reggio Calabria, con il suo lungo mare che D’Annunzio definì il chilometro più bello d’Italia.Reggio_Calabria

La Calabria però, non è solo mare, archeologia e montagna. È anche macchia mediterranea, è una terra incontaminata, che in molti suoi angoli non è stata alterata dall’uomo, ed è una terra del sud, fatta di accoglienza e di improvvisazione, di colori e di semplicità.

Calabresi

Impensabile perdere alcuni piatti tipici della cucina calabrese: dalla salsiccia alla soppressata passando per la nduja, la Calabria offre primi piatti, secondi, contorni e dolci gustosissimi. Piatti poveri ma squisiti e, soprattutto, abbondanti.

Nduja_Calabria

Impossibile non lasciarci il cuore, dopo un avventura in terra calabrese…

Spiagge_calabresi

Fabio

Fabio Pugliese è molto impegnato nel rendere giustizia alle vittime per incidenti stradali sulla S.S. 106.

Per partecipare alle petizioni e manifestazioni o soltanto per monitorare la sua attività, segui il sito www.bastavittime106.it

Grazie a Fabio per averci dedicato qualche minuto del suo preziosissimo tempo.

La valigia di Cassandra

About La valigia di Cassandra

Scrivo e custodisco diari segreti da quando frequentavo le scuole elementari. Confidarmi, raccontare, ripercorrere i momenti più significativi della mia vita attraverso le parole, è donare le ali alla mia anima. La valigia di Cassandra è la mia naturale evoluzione 2.0, anche se ancora oggi annoto i miei pensieri su un foglio di carta...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *