Crociera sullo Zambesi

I miei giorni in Zimbabwe sono stati davvero intensi, tra sveglie all’alba, scarpinate nella natura e lunghi tragitti in landrover…il tempo a disposizione era molto poco e bisognava ottimizzarlo al meglio, per poter respirare quanta più aria possibile, impregnarti i polmoni e sentirla ancora al rientro, come quando acquisti quelle bottigliette che promettono i profumi che più hai amato.

Ma ci sono stati dei momenti in cui il tempo sembrava essersi fermato ed è stato proprio in quegli attimi che ho potuto riflettere sull’immensità della natura che mi circondava.

Quel momento si chiama Crociera sul fiume Zambesi.

Tu non devi fare altro che salire su un piccolo battello e fermarti ad ascoltare il silenzio.

Noi alloggiavamo proprio sulle rive del fiume, per cui non è stato necessario alcun trasferimento, semplicemente saltar su!

crociera_Zambesi

Ph by Aramis

Prendi il tuo posto e nella calma più assoluta ammiri il paesaggio: non ci sono voci, non ci sono rumori, solo il suono di chi vive intorno.

Un gruppetto di ippopotami che fa capolino dall’acqua o un coccodrillo che risale le sponde…

ippopotami_Zambesi

Ph by Aramis

Coccodrillo_Zambesi

Ph by Aramis

E se sei bravo come Aramis, che è cresciuto a pane e documentari, riesci anche a non scambiare le lucertole di fiume, con quelle che pensi siano iguane o coccodrilli…un po’ più strani! 🙂

lucertole_Zambesi

Ph by Aramis

Il giro dura un paio di ore e nel frattempo puoi scorgere come la vita di quegli “abitanti” segua il proprio corso, per nulla intralciata, per nulla sofisticata.

Ippopotami_Zambesi _2

Ph by Aramis

E poi, eccolo, arriva il momento assoluto in cui non credi ai tuoi occhi e il tuo cuore si apre all’immenso: è il sole che riposa, si nasconde e colora le acque con la sua forza…

tramonto_Zambesi

Ph by Aramis

È l’Africa amici… <3

La valigia di Cassandra

About La valigia di Cassandra

Scrivo e custodisco diari segreti da quando frequentavo le scuole elementari. Confidarmi, raccontare, ripercorrere i momenti più significativi della mia vita attraverso le parole, è donare le ali alla mia anima. La valigia di Cassandra è la mia naturale evoluzione 2.0, anche se ancora oggi annoto i miei pensieri su un foglio di carta...

2 commenti

  1. Dev’essere magnifica un’uscita così a contatto con la natura e con gli animali.. un’opportunità fantastica ! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *