Modalità di viaggio: Fly&Drive

Ve l’ho già detto che odio volare? Diverse volte, se non sbaglio!

Ma il mondo è troppo grande e, mio malgrado, tantissime destinazioni non riesco a raggiungerle se non in aereo.

Ciononostante, mai e poi mai mi separo dalla mia adorata automobile: quando posso, partiamo insieme da sotto casa e arriviamo nei posti più impensabili, anche a migliaia di chilometri di distanza; altre volte, invece, ci godiamo dei brevi weekend nelle vicinanze…ma sempre e comunque insieme!

Cosa succede, però, quando arriva il fatidico momento di imbarcarsi e trovarsi dall’altra parte del mondo? Con il benestare della mia amata, atterro e cerco una sostituta! 😉

E sì! Perché il viaggio Fly&Drive significa proprio questo: raggiungere la propria meta in volo e noleggiare un’auto per vivere il viaggio in autonomia.

Io lo faccio spessissimo, per non dire sempre: ho noleggiato un’auto per visitare la costa del Sudafrica, oppure per visitare tutti gli Emirati Arabi, ma anche per viaggi più semplici, come per esempio la Germania o la Grecia.

Noleggio auto in Sudafrica

Per me è importante poter decidere come spostarmi, dove sostare e prendermi i miei tempi: per ammirare un paesaggio, per scattare una foto o per fermarmi davanti a un posticino tanto carino e assaggiare qualcosa di delizioso.

Sembra una pratica tipica dei viaggi all’estero, ma molto spesso può capitare di dover noleggiare un’auto anche in Italia, magari perché è più comodo e veloce raggiungere la propria destinazione in aereo o in treno o perché si viaggia per affari e dunque occorre ottimizzare tutto il tempo disponibile.

In questo caso, motori di ricerca come Easy Terra possono venirci in aiuto, poiché offrono un servizio davvero mirato e puntuale, ovvero la comparazione delle varie compagnie di autonoleggio.

EasyTerra

Perché il mio consiglio è questo: noleggiare un’auto è come prenotare un volo. Non bisogna ridursi all’ultimo momento, sia per evitare che la tipologia di auto a noi consona sia esaurita, sia per non incorrere nel rischio di non trovare affatto l’auto.

Ho visto tantissime volte persone attendere ore e ore che si liberasse un’automobile e altrettante volte ho sentito di amici dover rimandare al giorno successivo il ritiro, perdendo così ore preziosissime del proprio viaggio.

Cosa si fa, allora?

Noleggio autoSemplice! Decido la destinazione, prenoto i voli, seleziono gli hotel…e riservo l’auto! È un elemento fondamentale del viaggio Fly&Drive e va inserito nei primi momenti dell’organizzazione.

Anche perché, qualora ne foste sprovvisti, dovete avere il tempo necessario di richiedere alla vostra banca la carta di credito, perché senza quella (attenzione! la carta di credito deve essere intestata al guidatore) non c’è nessuna possibilità di noleggiare l’auto.

In alcuni casi, poi, potreste aver bisogno anche della patente internazionale e quindi è meglio avere del tempo davanti a sé per sbrigare le pratiche burocratiche.

Detto questo, avrete capito che amo viaggiare in auto e se non è la mia, via al noleggio…ma sempre guidata da Aramis!

–> tranne in questo caso!!! <–

Self Drive all'Addo Elephant Park

Da un’idea di EasyTerra

Per tanti altri consigli di viaggio, ritorna a Pratica…mente viaggi!

La valigia di Cassandra

About La valigia di Cassandra

Scrivo e custodisco diari segreti da quando frequentavo le scuole elementari. Confidarmi, raccontare, ripercorrere i momenti più significativi della mia vita attraverso le parole, è donare le ali alla mia anima. La valigia di Cassandra è la mia naturale evoluzione 2.0, anche se ancora oggi annoto i miei pensieri su un foglio di carta...

10 commenti

  1. Grande Cassandra al volante! Io non sono nemmeno riuscita a parcheggiarla nel B&B la macchina con il volante “dalla parte sbagliata” 😉
    Scherzi a parte, le vacanze più belle per me sono state i fly&drive: Scozia, Irlanda, Cornovaglia, Lake District – basta che non mi facciano guidare!

    • Guarda…la questione del volante dal lato opposto merita un approfondimento a parte! :DDDD Comunque pensa che lì ero all’Addo Elephant Park e all’improvviso mi sono ritrovata con un elefante al mio fianco!!!
      Ma solitamente guida Aramis… 😉

  2. Sono fra gli sfigati che non posseggono una carta di credito legata ad un conto…non potrò mai noleggiare un’auto in viaggio 🙁
    Dici che cambierà sta politica? Perchè non dare la possibilità anche ai possessori di carta di debito, magari con la clausola di caricare un plafond minimo a garanzia? Sob….
    Ciao un bacio!

    • In realtà sta diventando uso comune dare la propria carta di credito anche come deposito per gli hotel…è sempre più utilizzata. Per viaggiare è quasi indispensabile, almeno nel lungo raggio. Solo una volta ho fatto noleggiare un’auto a dei clienti con il deposito in contanti, ma ho perso 7 chili e 3 anni di vita…meglio la carta di credito!!! (Oddio…per i 7 chili ci farei un pensierino: per dove ti serve, l’auto?)

      • Per gli hotel? Ma la uso anche io! Aspetta ma a questo punto forse sono io a fare confusione. Aiutami a fare chiarezza:
        ho due carte di credito di quelle ricaricabili una circuito VIsa e l’altra MasterCard. Però non sono legate a nessun conto bancario/postale. Le ho sempre usate senza problemi per prenotare e pagare online anche all’estero.
        Per noleggiare un’auto invece le aziende cercano proprio la carta di credito (the REAL), quella cioè con i numeri scritti in rilievo ed emessa in favore dei titolari di conto, giusto?
        Non dirmi che in tutto questo tempo avrei potuto utilizzare comunque le mie carte per noleggiare l’auto 🙁
        Shame on me…. 😛

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *