Perché non andare in Africa

Andare in Africa è pericoloso. Me lo sono ricordata riguardando insieme agli amici le fotografie del nostro ultimo viaggio. Non che me lo fossi dimenticata, perché ogni momento è vivido nella mia memoria, ma ogni tanto un reminder non può fare altro che bene.

Diversi sono i rischi a cui potreste andare incontro, e io ve ne elencherò alcuni, affinché possiate partire preparati per il vostro prossimo viaggio in Africa.

Per esempio, mentre siete in cima alla Table Mountain di Cape Town ad ammirare tutto il panorama della città dall’alto, potrebbe soffiare un po’ di vento e voi potreste non essere sufficientemente attrezzati con una giacca adeguata.

Table Mountain Cape Town

Oppure, mentre siete in spiaggia con gli occhi verso l’oceano in tempesta, maestoso, potreste non accorgervi che un’onda è un po’ più lunga del previsto, e bagnarvi così tutti i piedi.

È pericoloso anche entrare nei locali e ordinare, per esempio, una degustazione di vini locali: il risultato è che ne uscite un po’ brilli e siete costretti a fermarvi un po’ nei prati, perdendo così del tempo preziosissimo.

StellenboschStellenbosch 2Stellenbosch 3

Lo stesso discorso, vale invece se volete sedervi all’aperto: impossibile! Troverete tutte le sedie occupate!

Attenzione anche quando guidate! Potreste distrarvi perché magari, lungo la strada, appaiono all’improvviso alcuni animali strani, proprio accanto alla vostra auto, o leggermente più lontano…

D’altronde, gli africani lo scrivono dappertutto che gli animali possono essere pericolosi…soprattutto nel loro habitat naturale, mentre giocano o si prendono cura dei loro piccoli.

Infine, consiglio da amica: nel caso proprio non riusciste a rinunciare a un viaggio in questa terra, portate sempre con voi un paio di occhiali da sole. I tramonti africani, possono farvi piangere…

Tramonto sullo Zambesi

P.S. anche se in condizioni di estremo pericolo, le foto sono state scattate tutte da noi…lo dico sempre che Aramis è un intrepido!

La valigia di Cassandra

About La valigia di Cassandra

Scrivo e custodisco diari segreti da quando frequentavo le scuole elementari.
Confidarmi, raccontare, ripercorrere i momenti più significativi della mia vita attraverso le parole, è donare le ali alla mia anima.
La valigia di Cassandra è la mia naturale evoluzione 2.0, anche se ancora oggi annoto i miei pensieri su un foglio di carta…

14 commenti

  1. E dove lo metti il rischio più grosso, quello di contrarre pericolose malattie croniche e incurabili come il Mal D’Africa? 😛
    Sfiziosissimo questo post 😉

    PS: ma che scostumati quei giovanotti che non vi hanno ceduto la sedia 😀 😀
    Carinissimi loro!

  2. Cristina Paternoster

    Non sei riuscita a convincermi a non andare ! A fine ottobre noi partiamo, pericoli o no !

  3. Sono stata in Africa 3 volte e ho già altri 2 viaggi in cantiere. Il mondo è pericoloso ma per questo non bisogna smettere di viaggiare! 😉

  4. Che carino questo post, hai avuto davvero una bella idea!
    Però devi sapere che c’è anche un altro rischio: potresti scatenare negli lettori la voglia matta di andare su expedia e comprare subito un biglietto aereo 😉

  5. Sono stata in Africa…ma che questo post racchiude la descrizione migliore di sempre di questo splendido continente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *