Puglia in camper, dove dormire

Per me, questo weekend tra la Murgia e la Puglia Imperiale, è stata la prima volta in camper, spinta dall’idea innovativa di POICampers, di noleggiare un camper vintage e fare l’esperienza, almeno per un fine settimana, di viaggiare insieme alla “mia casa”.

E come tutte le prime volte, l’eccitazione si fonde a qualche perplessità, poiché non avevo mai pensato a questo stile di viaggio e non sapevo proprio cosa aspettarmi.

Una cosa era certa però: anche se spesso l’idea di essere in camper combacia con la sensazione di libertà e la possibilità di fermarsi in ogni dove, la mia inesperienza necessitava di qualcosa di più organizzato e così, lungo il mio percorso, ho cercato delle sistemazioni confortevoli che potessero ospitarmi per la notte e offrirmi tutti i servizi di cui avevo bisogno: elettricità, scarico acque, servizi igienici, etc.

Prima notte a Margherita di Savoia, seconda a Castel del Monte e queste sono state le mie scelte:

1. Lido Baywatch – Margerita di Savoia
Lido Baywatch - ingresso

Ph by Aramis

Lido Baywatch - aerea sosta

Ph by Aramis

Questo stabilimento, in realtà, oltre a fornire anche uno spazio adeguato per la sosta del proprio camper, insieme ai servizi necessari, è per l’appunto un lido, adagiato su una spiaggia immensa di sabbia scura, dotata di ogni confort: dai semplici ombrelloni ai gazebo, dalle docce ai giochi per bambini, fino all’area relax e a una pizzeria direttamente sulla spiaggia.

Lido Baywatch - spiaggia

Ph by Aramis

Inoltre, il lido dispone di quattro camere, proprio a ridosso della spiaggia, arredate con gusto e vivacità.

Lido Baywatch - camere

Ph by Aramis

Mi sento di dirvi, però, che oltre a queste magnifiche opportunità, il Lido Baywatch si distingue soprattutto per la sua cucina! La signora Assunta, infatti, proprietaria insieme alla sua famiglia della struttura e chef del ristorante, riesce a portare in tavola gusto e allegria, in piatti che ricorderete a lungo!

Lido Baywatch - cucina

Ph by Aramis

2. L’altro villaggio – Castel del Monte

Cambio di scenario: dalla lunga spiaggia al giardino immenso. Ecco cos’è questa fantastica struttura completamente immersa nel verde e a due passi dal famoso Castello.

L'altro villaggio

Ph by Aramis

Qui potrete trovare un’ampia pineta dove c’è spazio per almeno 20 camper e oltre 200 veicoli, tra auto, moto e bici.

L'altro villaggio - area sosta

Ph by Aramis

L’altro villaggio, infatti, apre le sue porte anche per una giornata nella natura, tra una visita alla fattoria o una sosta pic-nic: una vasta area è attrezzata proprio con tavoli e barbecue e un divertente parco giochi è a disposizione dei bambini!

L'altro villaggio - fattoria

Ph by Aramis

L'altro villaggio - area pic nic

Ph by Aramis

Mi è dispiaciuto dover stare così poco tempo in ciascuno di questi luoghi, così diversi tra loro ma entrambi accoglienti e familiari…mi siederei volentieri di nuovo a tavola per gustare le “mezze maniche” di Assunta o per passeggiare tra le riproduzioni in miniatura dei monumenti più importanti della Puglia.

L'altro villaggio - monumenti

Ph by Aramis

Ma ho già segnato nella mia agenda questi punti di sosta, per non perderli la prossima volta (che ci sarà sicuramente!) che visiterò la Puglia e vi consiglio di fare altrettanto: un momento di sano relax è garantito! 😉

La valigia di Cassandra

About La valigia di Cassandra

Scrivo e custodisco diari segreti da quando frequentavo le scuole elementari.
Confidarmi, raccontare, ripercorrere i momenti più significativi della mia vita attraverso le parole, è donare le ali alla mia anima.
La valigia di Cassandra è la mia naturale evoluzione 2.0, anche se ancora oggi annoto i miei pensieri su un foglio di carta…

6 commenti

  1. Ciao e bentornata da Bled!
    Quanti spunti che può offrire un viaggio in camper! Davvero un’alternativa ai soliti itinerari. Orso ne sarebbe entusiasta!
    Ho preso “spunti&appunti”!
    Un saluto!

    PS: le lavatrici ti aspettano! 😀

  2. Ma che carino questo camper vintage!
    Io ho fatto per anni le vacanze in camper, girando mezza Europa con i miei genitori. Che nostalgia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *